preloder

Traversata dei Crateri Sartorius

La bottoniera dei crateri Sartorius: lo spettacolare percorso che, partendo da 1660m di altitudine, ci conduce nel bosco di Betula Aetnensis, continuando lungo il profilo dei sette crateri, incastonati nello splendido scenario di quella che un secolo e mezzo fa era un’enorme distesa di lava. Infine, tra blocchi e lastroni di pietra lavica, si ritorna al magico bosco di betulle.

Minimo 4 partecipanti.

40€ a persona
I bambini sotto i 12 anni pagano €10 in meno!
I bambini sotto i 3 anni gratis!

Info
  • Orario di Partenza

    Dalle 9:00

  • Punto di Partenza

    Rifugio Citelli

  • Orario di Ritorno

    Dalle 12:00 ca.

  • Servizi inclusi

    Guida autorizzata in italiano (guida turistica/guida escursionistica AIGAE-GRE in possesso di certificato BLSD), assicurazione.

  • Servizi non inclusi

    Tutto ciò non espresso alla voce “servizi inclusi”.

  • Servizi su richiesta con costo aggiuntivo

    Possibilità di noleggiare attrezzature consone alla stagione (quali scarpe, giubbotti, bastoncini da trekking), previa richiesta e con costi aggiuntivi.

  • Abbigliamento Consigliato

    Scarpe chiuse sportive, possibilmente da trekking o da running; abbigliamento a strati adatto alla stagione, alle condizioni meteorologiche, e all’altitudine: durante la stagione invernale si consiglia l’uso di abbigliamento da neve (guanti e cappello essenziali!); d’estate è consigliabile una giacca a vento, nonché berretto e crema solare. Vi suggeriamo di portare dell’acqua e un piccolo snack e non dimenticate la vostra fotocamera!

  • Comunicazioni importanti

    Comunicateci in anticipo eventuali circostanze particolari: problemi di salute, allergie, cardiopatie ,problemi di pressione, mobilità ridotta, handicap.
    Faremo in modo di potervi accogliere al meglio.Alle gestanti che hanno superato il terzo mese di gravidanza, non è consentita alcun tipo di attività escursionistica a queste quote.
    Grazie!
    *Il tour potrà subire variazioni o essere interrotto a discrezione della Guida, qualora le variazioni delle condizioni meteorologiche o vulcaniche potessero compromettere la sicurezza dell’intero gruppo.

Itinerario

A 1660 m iniziamo il nostro percorso, sul sentiero natura del Parco dell’Etna, addentrandoci in un bosco particolare, in quanto costituito da una specie di betulla unica, la Betula Aetnensis. A seguito dell’ultima glaciazione, è riuscita ad adattarsi e resistere fino ad oggi solo qui sul nostro vulcano.

Incontro, partenza, via!

Raggiunta la colata del 1865 che cinge la bottoniera dei crateri Sartorius e la costeggiamo fino ad arrivare al cratere che ha avuto origine nella parte più in alto della frattura, quello più vicino a Monte Frumento delle Concazze.

Iniziamo la sua scalata fino al bordo del cratere, dove ci ritroviamo davanti ad una formazione davvero particolare: non è tanto la meticolosa linearità della bottoniera a sorprenderci, quanto la vicinanza dei sette crateri adiacenti fra loro, che ci permette di scorgerli tutti da un unico punto d’osservazione.
Seguiamo il profilo dei vari crateri e li scopriamo uno alla volta, notando così di volta in volta le similitudini che li accomunano e le differenze che li distinguono, simili ma unici.

Scalata dei sette crateri

Ridiscendiamo dai crateri per attraversare quella che circa 150 anni fa era un’enorme distesa di lava incandescente.
Ci avventuriamo in un percorso a sali e scendi, tra blocchi e lastroni formatisi durante il raffreddamento della lava, fino a raggiungere il bosco di betulle dove la flora mostra la sua estrema variabilità e adattabilità. Vegetazione estremamente particolare per la latitudine, l’esposizione e per le peculiarità del suolo vulcanico dell’Etna.

Discesa e bosco di betulle
Date desiderate (selezionane tre, in ordine di preferenza)


Scrivi qui il corpo del messaggio, informazioni aggiuntive o eventuali richieste speciali.


(Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a info@etnaway.com)

Trekking Tour Consigliati

Prenota adesso!
Trekking Valle del Bove EtnaMonte Frumento delle Concazze Etna